Recensione ‘Poesie del sabato senza villaggio’ di Katia Debora Melis a cura di Emanuela Arlotta

Set 07, 13 Recensione ‘Poesie del sabato senza villaggio’ di Katia Debora Melis a cura di Emanuela Arlotta

La silloge poetica ‘ Poesie del sabato senza villaggio’ di Katia Debora Melis (GDS Edizioni), è un piccolo angolo di magia nel quale l’autrice ci accompagna attraverso i suoi sguardi pungenti e profondi a comprendere un’essenza che è la sua materia d’anima.

‘Poco so di me / e quel che sono, celato, cresce, / si trasforma e / intanto, / ancora poco so di me’ Questi versi raccontano di una donna alla costante ricerca delle sue verità, che generosamente poi ci consegna attraverso le sue liriche sempre sensate e colme di significato.

Poche righe, a volte, racchiudono un tutto che non ha bisogno di altro, se non di essere letto e compreso : ‘E le stelle tacquero / non riuscendo più a illuminare / il mio cuore. / Avevo spento il cielo / e vedevo solo il mio dolore’

L’amore descritto attraverso i versi potenti ed evocativi di questa autrice è un amore coinvolgente, senza limiti, come tutta la sua poesia ‘Sei il mio pezzo di cielo / oggetto di contemplazione di un cuore devoto. / Non potrei mai scordare quanto è bello / sederti di fronte’

All’interno della silloge ritroviamo la vita emozionale dell’autrice, i suoi dubbi, le sue frustrazioni, le sue gioie, il suo amore per i libri (‘Ho aperto un libro / e ci ho trovato il vento / primordiale ) e la scrittura che traspare attraverso alcuni versi ‘Gli scrittori si alzano presto al mattino / per descrivere un treno di vetro’, ma troviamo soprattutto le sue riflessioni degne di un animo incline all’introspezione, capace di vedere oltre la materia con tutta la sensibilità racchiusa poi nella sua poetica.

In molte poesie sparse all’interno della raccolta si assapora la dolce e aspra atmosfera sarda attraverso le liriche in dialetto e attraverso le descrizioni dei suoi luoghi che lei chiama ‘Terramamma’ ‘Nuraghi / misteri di pietra / tra il silenzio e il sereno ‘.

Il suo stile, a tratti ermetico, è costellato di zampilli infuocati dalla passione del vivere, dalla completa integrazione tra natura e pensiero, terra e anima, in un tutto che è rivelazione e voglia di riscoperta.

Emanuela Arlotta

LINK PER L’ACQUISTO :  http://www.editoriunitigds.it/prodotti.asp?shop=140&intProdID=22088

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
Recensione 'Poesie del sabato senza villaggio' di Katia Debora Melis a cura di Emanuela Arlotta, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.